L’ortodonzia e l’ortognatodonzia sono branche dell’odontoiatria che si occupano della diagnosi, prevenzione, intercettazione e trattamento di bocche non funzionali. Lo scopo del trattamento  è di armonizzare i contatti e le posizioni tra i denti.

Se i denti sono affollati, sporgenti, troppo distanti tra loro oppure i denti di sopra non toccano quelli di sotto non si toccano, l’ortodonzia ti permetterà di migliorare la tua salute.

Esistono diverse tipologie di terapie:  i due metodi più comuni sono la terapia fissa e la terapia mobile. Queste guidano i denti nella loro corretta posizione ed i retainer (o mascherine) preservano e stabilizzano il risultato del trattamento ortodontico. La scelta tra i due tipi di terapia dipende dalla situazione di salute della bocca e dal tipo di malocclusione.

Per esempio, quando il bambino ha raggiunto i 4-5 anni di età, è un’ottima abitudine farlo visitare per controllare l’andamento della crescita della bocca. Grazie a questo piccolo accorgimento si potranno intercettare la maggior parte delle malocclusioni.

Inoltre, parlando degli adulti, nel passato l’ortodonzia era associata solo ai bambini e agli adolescenti ma oggi molti si rivolgono ad un ortodontista per risolvere problemi di lunga data o insorti durante la crescita. Grazie e diversi tipi di terapia è possibile far fronte alle numerose richieste del paziente adulto, prima tra tutti una richiesta estetica.

Per quanto riguarda l’esigenza estetica delle terapie per il paziente adulto, non a tutti è noto che il famoso “apparecchio” può essere posizionato anche sul lato della lingua. Un altro esempio di richiesta è di minimizzare l’ingombro in bocca, ciò è possibile tramite apposite mascherine create su misura.

In definitiva l’ortodonzia può aiutare a raggiungere un sorriso sano e soddisfacente a qualsiasi età. Semplicemente basta effettuare una visita e trovare la soluzione migliore per la condizione della propria bocca.